Super Green Pass

Super Green Pass

Ebbene si, oggi non potevo non scrivere visto che da oggi entra in vigore il Super Green Pass.

La verifica rafforzata… Lo strumento della libertà… Il privilegio.

Sono un polemico, ma da quando nasciamo, nasciamo liberi, e non abbiamo di certo bisogno di uno strumento che ci renda liberi, o ci faccia sentire liberi.

Analogia di certo esagerata, però già qualcuno in passato scrisse che il lavoro rendeva liberi.

Super Green Pass poi… Che nome assurdo, sembra appena uscito dalla serie animata Dragon Ball… Attenderemo Il Super Green Pass di secondo livello per sconfiggere l’evasione fiscale…

Fatti il vaccino, e non rompere i coglioni… Eh già è sempre quella la risposta.

Però continuo a farmi molte domande; domande che non hanno attualmente risposte, se non il solito disco rotto che continua a dire le stesse cose in loop.

Mi chiedono se non mi rompo i coglioni di spendere e buttar via tempo ogni due giorni per tamponarmi… Certo. Non è di certo piacevole, non è di certo economico.

Vaccinati e non rompere i coglioni, è gratis e torni libero.

La mia libertà sta ancora per fortuna nel poter scegliere.

Il tampone non è sicuro… Hahahaha falsi negativi… Ah si? E da due anni a sta parte allora come abbiamo ricavato i dati sui contagi?

Vaccinati… Così sarai libero con il Super Green Pass…

Già come qualche amico e conoscente che si sono e si stanno facendo la quarantena perché positivi… Ah già, ma li hanno trovati positivi grazie al tampone…

Continuo a pensarla “Fuori dal Coro” come Mario Giordano.

Non credo passerà facilmente, non di certo per una impossibile e fantomatica immunità di gregge.

Prima o poi dovremmo abituarci a convivere con questa malattia, non si può smettere di vivere per paura di morire. Tanto varrebbe morire.

Probabilmente la libertà, non quella data dal Super Green Pass, quella che conoscevamo non tornerà più ad essere quella. E questo mi spaventa.
Mi spaventa il futuro che si prospetta, e mi spaventa farmi delle domande a cui molti sembrano non pensarci, come se il raziocinio si fosse improvvisamente congelato.

Nel frattempo l’odio dilaga, riporto uno tra i tanti…

Il mio è un profilo aperto, pubblico dove tutti possono accedere, vedere, commentare.

Non devo di certo censurare i tuoi commenti per la privacy.

E se lo hai fatto, te ne assumi le responsabilità, in prima persona.

Io farò schifo, ma tu DOVRESTI VERGOGNARTI.

18 anni… Zero rispetto

E questi commenti ricchi di odio, mi riportano per antonomasia a pensare sempre a quel lavoro… Che rende liberi…

E tutto ciò continua a farmi pensare…

Comunque da oggi, non ci resta che lavorare per chi come me non si è ancora vaccinato. Niente più libertà, se non quella di lavorare…

Il lavoro rende liberi…

Share this content:

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

You cannot copy content of this page... I see you.

0
Would love your thoughts, please comment.x
Diario di un No-Pass