Povero!
Sempre di più, e se già non lo sei, lo diventerai

Povero!
Sempre di più, e se già non lo sei, lo diventerai

Povero

Povero…

D’altronde ognuno di noi si sente povero. Dipende sempre il termine di paragone, ovvero con chi rapportiamo la nostra situazione.
Spesso anche chi materialmente non lo è, si sente povero, perché non esiste solo la povertà in termini di ricchezza materiale, ma esiste anche la povertà d’animo, di spirito e tutti quegli aspetti che definiscono la persona al di là del punto di vista materiale.

Ma questo ovviamente non è il mio campo.

Mi concentrerò piuttosto in quel che più mi compete, il risparmio, i soldi, gli investimenti.

E ti racconterò come difenderti dal diventare povero

Come sempre, quanto scrivo è da considerarsi come spunto di riflessione ed intrattenimento, non sono un professionista pur avendo lavorato nel settore, e quel che scrivo non è da intendersi come dei consigli finanziari.

SEI DESTINATO A DIVENIRE PIU’ POVERO

Un doveroso abbraccio ed augurio a tutte quelle persone che in questa pandemia, ne sono usciti devastati finanziariamente ( e non solo purtroppo ) e a chi ancora sta lottando. Perché oramai ci stanno portando alla fame ed allo stremo.

Tralasciando i soldi non percepiti, non guadagnati ed attinti ai nostri risparmi in questi mesi, vi voglio mettere in guardia da un’altra strage silenziosa che si sta per abbattere su di noi.

Non voglio intimorire nessuno, ma purtroppo è la verità.

E si abbatterà su qualsiasi persona, ricco o povero che sia.

povero

Si sta ripresentando lo spauracchio dell’inflazione.

Tutta la droga monetaria inserita in questo periodo sta portando ovviamente ad un aumento dell’inflazione, che ricordiamo… E’ un bene quando segue l’andamento crescente dell‘economia in modo controllato ed equilibrato, è un male invece quando è troppo elevata e cresce velocemente, perché porta ad una svalutazione della moneta.

Il che vuol dire perdita del potere d’acquisto.

Supponiamo magari che tra 5 anni tu prenda lo stesso stipendio che percepisci oggi, immaginando che un cellulare di fascia media avrà un costo ipotetico pari a 700 euro, anziché i 300 euro del valore odierno.
Il tutto si tradurrà come una notevole diminuzione del potere di acquisto dei soldi percepiti con il tuo stipendio.

Pur prendendo gli stessi soldi, potrai comprare meno cose.

povero inflazione

Perché c’è questo rischio?

Negli ultimi mesi, gli analisti hanno cominciato a prevedere un aumento moderato dell’inflazione nel corso del 2021.


Gli economisti ed i banchieri centrali stanno discutendo se questa nuova crescita sia il risultato temporaneo delle politiche per la ripresa adottate per combattere la crisi provocata dal coronavirus o se invece l’inflazione tornerà a essere un serio problema per l’economia mondiale.

Di solito come detto poco prima, un aumento moderato dell’inflazione non è un problema e anzi è ben accolto dai governi, perché un certo aumento dei prezzi indica che l’economia è in buona salute e la
domanda di beni e servizi è forte.

Sia la Federal Reserve (Fed, la Banca centrale degli Stati Uniti) sia la Banca centrale europea (BCE) hanno come obiettivo quello di tenere l’inflazione vicino ad un tasso di crescita del 2 percento.

inflazione

Quando l’inflazione cresce troppo si presenta un grave problema per le economie, perché, tra le altre cose, il costo della vita aumenta eccessivamente, i salari non riescono a tenere il passo e la popolazione si impoverisce..

RISPARMI

Una eventuale perdita di potere di acquisto ovviamente non si abbatterà solo sul tuo stipendio o nelle tue entrate, ma si abbatterà inesorabilmente anche sui tuoi risparmi. Tanti o pochi che siano.

Con una inflazione del 2%, ti impoverirai del 2% annuo.

Presupponiamo di avere 10.000 euro, e di avere una inflazione per i prossimi anni costante al 2%, il valore dei tuoi soldi al passare degli anni sarà questo:

2021 – 10.000
2022 – 9.800
2023 – 9.604
2024 – 9.411,92
2025 – 9.223,68
2026 – 9.039,20
2027 – 8.858,42
2028 –  8.681,25
2029 – 8507,62
2030 –  8.337,47

In 10 anni i tuoi 10.000 iniziali, pur rimanendo sempre 10.000 per quantità, varranno nel 2030 come se fossero 8.337,47

Più povero di 1.662,53 euro di valore in 10 anni. Una perdita del 16,62%

povero inflazione

E questo, se fosse solo un 2% all’anno…

E se l’inflazione salisse ad un valore percentuale più alto?

Ci ritroveremo ahimè come in Germania quando nel 1923, 1Kg di pane arrivò a costare 400 MILIARDI DI MARCHI e si andava a prendere con le borse piene di soldi…

https://www.viaggio-in-germania.de/inflazione-1923.html

COME DIFENDERSI

Prima di tutto, per difendersi bisogna aver capito cosa ci prospetta con l’aumento dell’inflazione.

Dopodiché, se potremmo perdere il 2% o forse più all’anno, bisogna trovare come investire i nostri risparmi affinché si possano pareggiare i conti, in modo tale che, nel 2030, i 10 mila che ho oggi siano diventati magari 12.000, che avranno comunque il potere di acquisto dei 10.000 odierni ( non essere più povero in futuro pur avendo la stessa quantità di soldi ).

bruciare soldi

Nessuna speculazione!

Quindi partendo da questa frase, dovremmo trovare un investimento che in totale tranquillità faccia crescere i nostri soldi e si adeguino all’inflazione futura, senza doverci spendere del tempo come fossimo dei trader, senza l’ansia di vederli salire o scendere come nelle montagne russe, ma soprattutto senza che i soldi vengano vincolati, ovvero che restino liquidi e subito disponibili al momento del bisogno.

Come fare?

Diversificare.

Lasciare i soldi in conto, o ancora peggio, in cassaforte o sotto il materasso, capirete da soli che non è di certo la scelta corretta da fare.

Ma non solo purtroppo

Ad oggi purtroppo Titoli di stato, Conti Deposito, Buoni fruttiferi, remunerano degli interessi talmente bassi che andremmo a proteggerci dalla svalutazione data dall’inflazione solo parzialmente.

Fondi comuni d’investimento?

Mmm… Non ne sono mai stato un estimatore, anche perché il più delle volte hanno commissioni alte e non del tutto trasparenti, per non parlare di quel che definisco “scorrettezza meritocratica”, ovvero nel malaugurato caso in cui il fondo dove abbiamo investito dovesse scendere di valore, la SGR che lo emette continuerà a farvi pagare le commissioni (ed intascare soldi vostri…)

gettare soldi

Cosa fare allora?

Dovessi ( e ripeto, non vuole essere un consiglio finanziario ) dare una mia opinione su come proteggere i miei soldi dall’inflazione, avendo a disposizione 10.000 euro risponderei di investirli in ORO e FTSE MIB

Ovvero?

Ovvero andrei ad investire su oro e sull’indice di borsa italiano (il FTSE MIB) con due semplici strumenti, degli ETC e degli ETF.

Cosa sono?

Sono dei prodotti finanziari che replicano degli indici, in questo caso appunto replicheranno il prezzo dell’oro e quello della borsa italiana.

Perché questa scelta?

Perché se l’economia dovesse crescere, avremmo il nostro ETF che sale di prezzo, replicando il nostro indice di borsa e quindi si adegua di conseguenza il nostro potere di acquisto.
E se dovesse scendere…

strategia

Beh in tal caso è probabile che sia il nostro ETC correlato al valore dell’oro ad aumentare di prezzo (infatti tendenzialmente oro e borsa sono inversamente proporzionali, ad ogni crisi la borsa scende di valore, mentre sale il valore dell’oro, comprato perchè considerato un bene sicuro, un bene rifugio per l’appunto)

Questa probabilmente è la scelta più a basso rischio che sceglierei

Magari integrando delle entrate mensili, facendolo diventare a tutti gli effetti una sorta di PAC (piano di accumulo capitale) totalmente gestito da me.

ALTRIMENTI

Come già detto l’obiettivo è non diventare poveri perdendo quello che già abbiamo, ma se oltre a difendere dall’erosione il mio capitale volessi guadagnare anche qualche cosa?

diversificare

Sicuramente come detto, la diversificazione deve essere fondamentale, ma non eccessiva.

Andremo nei prossimi articoli a parlare di asset, ovvero in cosa ed in che percentuali andare a dividere i nostri risparmi

ALTRE IDEE?

Investimenti azionari

Investimenti in cripto valute (si possono mettere a rendita con guadagni intorno all’8%)

Investire in un’attività

Investire nel mattone avendo capitali più cospicui

IMPORTANTE!!!

CLICCA SULLA CAMPANELLA BLU NELLA HOME PAGE PER AVERE LE NOTIFICHE IN TEMPO REALE

0 0 votes
Article Rating
Subscribe
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
You cannot copy content of this page... I see you.
0
Would love your thoughts, please comment.x
()
x