Rispondi a: CRYPTO NOTIZIE

Home Forum CRYPTO NOTIZIE Rispondi a: CRYPTO NOTIZIE

#1905
Enrico
Partecipante

La Bank of New York o BNY Mellon ha pubblicato, a chiusura di questo mese, la sua valutazione di Bitcoin, basandosi sul modello stock-to-flow o S2F.

Il documento Blending Art & Science: Bitcoin Valuations (Unire Arte e Scienza: Valutazioni su Bitcoin) descrive come la Banca apre le porte alla regina delle crypto come unità di misura di un sottostante.

Nello specifico, Mellon sostiene che non è possibile valutare bitcoin e quindi tutte le crypto con i metodi tradizionali utilizzati per le valute fiat. Non solo, nel definire cosa sia bitcoin ecco come si pronuncia:

“La definizione più comunemente accettata di una valuta è una riserva di valore e un mezzo di scambio. Per questi conti, Bitcoin si adatta alla descrizione di una valuta nascente.”

Dopo una breve valutazione dei vari modelli, Mellon si concentra sul modello stock-to-flow definendolo come segue:

“il modello S2F è elegante (e potenzialmente difettoso) nella sua semplicità. Esso fornisce quella relatività per collegare Bitcoin con un mercato dell’oro molto più stabile ed il framework. Un altro possibile modello di valutazione è il modello stock-to-flow cross asset (S2FX). L’evoluzione naturale del rapporto S2F è stata quella di applicarlo ad un framework di valutazione cross asset in relazione all’oro e all’argento. In questo modello, il ruolo di Bitcoin si evolve da una prova di concetto alla fine degli anni 2000 all’attuale ruolo di Bitcoin come asset contro-fiat/non correlato.”

Ma la BNY Mellon non è l’unica ad aver valutato bitcoin basandosi sul modello S2F. Ad inizio mese, infatti, anche S2F Multiple aveva pubblicato su Twitter la sua valutazione secondo il modello stock-to-flow Multiple a 463 giorni.

Il risultato dello studio prevedeva una sovrastima del prezzo di bitcoin rispetto quanto risultato dal modello, con una differenza di ben 14.200$.

Mellon Bank, la banca più antica degli USA interessata a bitcoin
Questa valutazione appena pubblicata è solo un documento informativo che dimostra come la BNY Mellon, la banca più antica degli USA, sia aperta ed interessata al mondo bitcoin.

Proprio a metà febbraio di quest’anno, infatti, Mellon aveva annunciato di offrire servizi legati a bitcoin e crypto in generale. Detenzione e trasferimenti in BTC e altre criptovalute, sono possibili per i clienti Mellon di asset management.

BNY Mellon si unisce a tutte le banche e istituzioni finanziarie che includono bitcoin e le crypto.